Selected reviews

Sarà forse quella creatura mascherata e urlante che ci trasporterà finalmente in una nuova vita, sarà forse quella figura per la quale tutti nutriamo timore e incontenibile amore che ancora una volta riuscirà a prenderci per mano cantando a fil di voce quella canzone che ascoltavamo quando i sogni ancora esistevano: come wonder with me”.
Mirco Salvadori on Sherwood

Physis è un’opera viva, che nasce alla confluenza fra musica, letteratura, teatro e sentimento della natura e da qui cresce, col confronto e la sperimentazione, prendendo la forma di quella che potremmo definire come una lunga preghiera“.
Emiliano Zanotti on Sodapop

[…] ieratiche recitazioni di voce femminile su drone rustici e ritualistici, drammatici crescendo e pause quasi silenziose con misteriosi glitch e micro-rumorismi, come detriti sonori di una performance priva di immagini. Un canto nel grigio deserto del presente che invoca un ritorno ad una ancestrale condizione di libertà da gioghi di potere e denaro, immersiva anti-ambient antropologica…
Vittore Baroni

By choosing such a style everything has a meditative quality to it, where even the smallest ring has a great deal of impact.
Beach Slot

Le caratteristiche della musica concreta di De Ponti si rintracciano anche in questo lavoro, condiviso con la Pellegrini. Field recordings e elettroacustica si fondono a tessere trame dall’atmosfera ialina.
Musica Difficile Italiana

[…] the duo delivers an alienating sound, inspired by the sounds of nature. The result is something that quickly grabs your attention…
Merchants of Air

È un album che trasuda urgenza e dramma […] suoni d’ambiente registrati e processati e umore Zen, nonostante l’evidente stato d’angoscia nel quale veniamo sprofondati….]
Maurizio Inchingoli on The New Noise

We’re in the fields of mysterious and highly evocative drone music, using real recordings as sound sources. Accompanied by seriously excellent and beautiful folksy and shamanistic female vocals. The sound quality is exquisite and authentic…
Kalteldur

[…] Il s’agit d’un travail, singulier, original et primitivement poétique, intimiste et fourmillant de micro-bruits articulés autour d’une trame dronisante aux accents hypnotiques, quasi ritualistiques et évanescents“.
Mithra! Templezine

[…] the first part of this release takes his character by the interaction and the mutual support of voice, words and sound and it one of the finest moments of the year…
Andrea Piran on Chain D.L.K.

Sono molteplici e sfaccettati i rimandi a parole ed immagini che hanno man mano ispirato la forma definitiva di questo lungo percorso condiviso concretizzatosi infine in un’immaginifica opera da assorbire in tutta la sua avvolgente fisicità
Peppe Trotta on SoWhat

Physis
by Stefano De Ponti & Eleonora Pellegrini
Edition limited to 160 copies CD, packaged in oversize 7” sleeves with high quality color print 380 gr cardboard
[MFU/C 014 and Grotta Records]

tracklist

1. Part I
2. Part II

Conceived and composed by
Stefano De Ponti and Eleonora Pellegrini
Performed by
Stefano De Ponti – cello, prepared guitars, objects, mics and electronic devices
Emanuele Magni – Buchla music easel and other electronic devices
Eleonora Pellegrini – voice, objects and body

Recorded and mixed between August 2016 and June 2017 by
Stefano De Ponti and Emanuele Magni
Mask in the cover photo by
Francesca Lombardi

Published by Manyfeetunder/Concrete
November 8, 2017

Physis on the Observer Mixtape by  Bert De Geyter for Urgent.fm

Interview plus live for Chappaqua on OC!WR Webradio