Stefano De Ponti

Hearing is seeing

Fin​-​d’Ersástz / 20xx – 2016 – SoWhat

Fermarsi a riflettere lungo la strada fin qui percorsa per generare un punto di ripristino dal quale ripartire imboccando nuove direzioni. È molto più di un semplice mixtape il nuovo disco pubblicato da Stefano De Ponti, vero e proprio collage di eterogenei frammenti che sommandosi definiscono un universo emozionale convulso ma perfettamente coerente.

Voci narranti, dilatate modulazioni ambientali e schegge di tessiture melodiche si susseguono senza soluzione di continuità, dando vita ad un ricco e caleidoscopico catalogo che combina processi di sperimentazione sonora agli elementi che nel corso degli anni hanno costruito il fertile substrato dal quale gli stessi hanno avuto origine. Il flusso derivante, plasmato con una maestria che emerge netta nella definizione dei momenti di transizione tra le parti, scorre via avvolgente ed incisivo attraverso trame evocative fortemente cinematiche, che nella loro mancanza di rifinitura accurata lasciano trasparire l’urgenza espressiva alla base del lavoro.

Oltre all’insieme di riferimenti espliciti, “Fin d’Ersátz / 20xx – 2016” si nutre di un simbolismo disseminato tra le pieghe della sua veste complessiva, dando modo di poterne carpire il moto interiore dal quale questo affascinante viaggio prende le mosse.

Peppe Trotta on SoWhat