Selected reviews

Calce ha un andamento molto cinematico, e assomiglia più a un racconto che a una composizione musicale … la prima parte è quella musicalmente più energica … la parte centrale la musica si fa più espansa … il finale con una coda dai forti richiami felliniani, sembra giustappunto riservato ai titoli di coda. Vedo il tutto come Stravinsky che guarda al free jazz (o come il free jazz guardato da Stravinsky)
Laura Bigiarini on Sand Zine

… si vede, come dalle foto da satellite, la materia con le sue frastagliature, con i suoi solchi, con la sua calugine…
Gianni Zen on Kathodik

It’s not usual to write about a release whose visual and audio part are so intertwined but with a meaning dealed with separately. The continuos correspondences between the two works create layers of meanings that have to be discovered with a committed approach of contemplation. Absolutely essential
Andrea Piran on Chain D.L.K.

La tavolozza di sonorità e soluzioni individuata da De Ponti è quanto più variegata e cangiante, riuscendo tuttavia a costruire una narrazione unitaria in cui i passaggi da una traccia all’altra risultano pressoché impercettibili. L’incedere costante di screziature e suoni derivanti dalle fonti più diverse riecheggia efficacemente il senso di stratificazione…
Peppe Trotta on SoWhat

Un disco che non lascia modo di annoiarsi: De Ponti utilizza una tavolozza sonora notevolmente ricca nel tratteggiare i suoi paesaggi, ma il lavoro risulta ben coeso ed aderente al concept di fondo
Angelo Borelli on The New Noise

Calce
CD / CD + Artist’s Book
[KHS 008]

tracklist

1. Le premier son qui vient
2. Il ronzio degli insetti
3. K’AN / airy abysmal
4. Spoken Stones
5. HSU / Haunt of Waiting and Nourishment

Organization of sound, composition and words by Stefano De Ponti
Concept developed in collaboration with Nina Haab

Conceived and recorded at Les FAC, Saint-Ursanne, Switzerland and La Grotta, Lecco, Italy from July 2015 to February 2016

Stefano De Ponti – cello, baritone guitar, soundscapes, tape, synth
Francesca Stella Riva – trombone
Elia Moretti – drums, percussions, vibraphone
Eleonora Pellegrini – voice, piano
Noémie Kraken Merçay – voice
k.a.n.a – voice
Luc Vallat – viola

Curated by Sebastian Peter
Layout designed by Alice Cannavà

Produced by Sonnenstube and Kohlhaas in collaboration with Les FAC Fours-à-Chaux, Saint-Ursanne, La Grotta and Under My Bed Recordings.

Mixed by Emanuele Magni and Stefano De Ponti
Mastered by Giuseppe Ielasi

Published by Kohlhaas
April, 2016